Olio di Camelia Giapponese - .:Una'*'Lei:.'*'.:Bio:.

Olio di Camelia Giapponese

 
Si dice che il migliore provenga da Ooshima, nella Prefettura di Tokyo, dove da secoli si coltivano le camelie per uso prevalentemente cosmetico, ma anche gastronomico. Quest'olio, infatti, viene usato anche come raffinatissimo condimento in cucina; l'olio di camelia per uso alimentare  è molto costoso e quindi non molto diffuso. Si dice anche che siano le donne di Ooshima ad avere le piu' incantevoli chiome di tutto il Giappone!
 
L'olio di camelia non e' solo un toccasana per i capelli, ma e' ottimo come olio per il corpo da usare prima del bagno o la doccia; come trattamento idratante per pelli molto secche; come trattamento anti-smagliature; come idratante per le labbra; e come olio per cuticole.
Per i capelli si puo' usare sia come impacco pre-shampoo, oppure come trattamento anti-crespo sui capelli puliti e gia' asciutti (in questo caso ne bastano pochissime gocce).
 
In Giappone la bellezza viene dalle camelie e dal riso
Estratto dal frutto della camelia bianca, viene assorbito rapidamente dalla pelle ed è usato per curare le scottature, irrobustire le unghie e stimolare la crescita dei capelli.
Questo fiore d’origine cinese e giapponese, è un vero toccasana per prevenire i cedimenti cutanei e per riparare le rughe già formate sul collo: ecco perché  la carnagione impeccabile e i capelli setosi delle donne giapponesi possono essere merito dell'olio di camelia, lascia la pelle morbida, idratata e luminosa.
 
Per tutte le donne il collo è una zona “critica” e soggetta all’invecchiamento precoce perché è molto esposta alla luce, agli agenti atmosferici e soprattutto alle sollecitazioni meccaniche. Il collo è sostenuto da muscoli fatti per sopportare gli sforzi necessari per sorreggere il capo e i suoi movimenti e per coadiuvare anche i movimenti delle spalle e del dorso.
 
Il platisma, muscolo superficiale che sostiene il mento e dà forma al collo, è una lamina sottile ma resistente che parte dal mento e arriva allo sterno; se pensiamo che questo muscolo e la pelle che lo ricopre eseguono migliaia di stiramenti nell’arco della giornata, si può capire come sia facile che questi tessuti perdano compattezza e tono.
 
Anche le caratteristiche morfologiche e gli sbalzi di peso hanno però la loro importanza nella “tenuta” dei tessuti del collo: un viso ovale e lungo, con mascelle poco pronunciate, sarà più soggetto a cedimenti, così come diete frequenti e sregolate aumentano il rischio di favorire rughe e svuotamenti.
 
Cosa fare prima dei 40 anni
Collo e décolleté vanno curati esattamente come si fa con il viso: tutte le sere, quindi, detergi il collo, applica una crema nutriente e idratante e fai un massaggio a mani alternate partendo dal mento fino all’attaccatura del seno e poi a sinistra da sotto la mandibola, e altrettanto da destra.
Non dimenticare di applicare la crema anche la mattina e, come per il volto, fai uno scrub leggero 1-2 volte alla settimana. Anche le maschere di bellezza che usi per il viso vanno applicate almeno fino alla base del collo.
 
E se ha già superato i 40…
Dopo i 40 anni il tuo asso nella manica per la bellezza del collo è l’utilizzo degli oli vegetali più ricchi di vitamina E, e in particolare quelli ottenuti dai semi della Camellia sinensis (la pianta del tè), e dai petali della Camellia sasanqua, che invece è originaria del Giappone: entrambi sono ricchi di acidi grassi Omega 3 e 6, tocoferoli e principi antiossidanti. Essendo simili al sebo umano, questi oli penetrano in profondità senza ungere troppo e non a caso sono usati da secoli dalle donne orientali per la bellezza della pelle oltre che per i capelli.
 
Per un trattamento d’urto, se il tuo collo sta manifestando qualche primo segno di cedimento, ti suggeriamo di abbinare gli oli di camelia all’olio essenziale di borragine, rassodante e antiage.
 
Per le pelli mature l’olio di camelia è un vero elisir
L’olio di Camellia sasanqua si ottiene da una camelia invernale particolarmente robusta e resistente anche alle basse temperature: il suo unguento prezioso, ricco dei principi lenitivi contenuti nei petali, è particolarmente indicato per il trattamento delle pelli più mature che necessitano di sostegno e di idratazione. Richiedi in erboristeria l’olio di Camellia sasanqua, mescolane 10 gocce a un cucchiaino di olio di olivello spinoso e ogni sera massaggia con questo preparato il viso, il collo e il décolleté.
 
Lo scrub indispensabile
Una volta la settimana fai sul mento e sul collo questo scrub che riduce le microrughe e regala sostegno ai tessuti.
Mescola un cucchiaio di fondi di caffè, un cucchiaio di argilla verde, un cucchiaio di olio di Camellia sinensis, 3 gocce di olio essenziale di zenzero e ottieni una crema morbida. Applicala sul collo dalla mandibola fino allo sterno, tienila in posa per 10 minuti, poi massaggiala per 3 minuti e sciacqua. Quindi applica l’unguento che ti suggeriamo qui sotto o una crema nutriente.
 
…e poi lo usi come unguento da massaggio
Dopo lo scrub (e comunque come trattamento serale) ti consigliamo di applicare su mento, collo e décolleté un unguento che previene la perdita di elasticità dei tessuti, soprattutto se hai più di 40 anni.
In 50 ml di olio di Camellia sinensis aggiungi il contenuto di 2 perle di olio di borragine e 5 gocce di olio essenziale di ginseng, che stimola la rigenerazione tissutale.
Emulsiona bene e usa 5 gocce del composto per il massaggio locale tutte le sere dopo la detersione e la tonificazione. Conserva il prodotto che avanza in frigorifero in un flacone di vetro scuro per non più di 15 giorni.

Fonte

Olio di Camellia Sinensis Bio
Conosciuto anche come olio del tè verde viene estratto dalla dai semi della pianta del tè . Questo albero asiatico è ampiamente conosciuto per le sue foglie giovani della tradizionale bevanda asiatica. 
Sull'isola di Oshima in Giappone, nel mese di gennaio il primo fiore che sboccia è il fiore della camelia , simbolo di immortalità in Giappone . 
L’ olio di Camelia lascia una sensazione di comfort per la pelle e le dona un tocco morbido e vellutato, rende la pelle più elastica, nutre in profondità, regola il sistema naturale di idratazione della pelle.
Indicato per una pelle molto secca, previene le prime rughe, lenisce dagli agenti atmosferici, per pelli devitalizzate e stanche.
Si usa nelle creme e negli olii, come emolliente, nutriente e trattamento antiage, in lozioni, latti per il corpo. Per la cura delle mani.

 

 
 
 

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
UnaLei ♡Produco, consumo e riciclo..♡ -  Ospitato da Overblog