IL 75% DEL MIELE COMPRATO AL SUPERMERCATO NON E’ VERO MIELE - .:Una'*'Lei:.'*'.:Bio:.

IL 75% DEL MIELE COMPRATO AL SUPERMERCATO NON E’ VERO MIELE

Stando alle ricerche del Food Safety News, oggi il miele prodotto su larga scala è spesse volte privo di reale polline, artificialmente lavorato e riciclato dalla Cina. Produttori esperti e la World Health Organization concordano che il vero miele debba contenere reali microscopiche particelle di polline, per essere considerato vero miele, ed avere una fonte identificabile. Inoltre le proprietà non devono essere distrutte col processo ad alta temperatura. Il miele privo di polline è una truffa artificiale, annacquata, priva di nutrienti. MIELE DILUITO, RISCALDATO, PRESSURIZZATO, DEL TUTTO FALSO.
Molto del miele che raggiunge gli scaffali dei supermercati è derivato da una procedura di filtraggio che porta il miele ad alte temperature, forza le sostanze naturali con una elevata pressione attraverso filtri estremamente piccoli e rimuove il polline. In questo modo, i produttori nascondono l’identità della fonte del miele, che è una tecnica usata dai cinesi che illegalmente hanno svenduto per anni tonnellate del loro miele sui mercati americani. I cinesi sono responsabili della svendita di antibiotici pericolosi, dolcificanti artificiali, e per l’immissione di importanti quantità di metalli pesanti nel miele importato.

​Richard Adee produce 7 milioni di kili di miele ogni anno, spiega che il vero miele ha un valore per il suo sapore e per i suoi valori nutrizionali e che tutto ciò “viene rimosso durante il processo di filtraggio in questione”.
Adee dice che “non è un segreto per nessuno che sul mercato l’unica ragione per filtrare il polline sia nasconderne la provenienza e il fatto che in quasi tutti i casi la provenienza sia cinese”.
La maggior parte dei confezionatori di miele è preoccupata di ciò che viene importato e di ciò che mettono nelle loro confezioni.
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
UnaLei ♡Produco, consumo e riciclo..♡ -  Ospitato da Overblog